La solennità sonora e spirituale di Caterina Barbieri

Pubblicato l’8 luglio 2022 da Warp Records, «Spirit Exit» è molto probabilmente uno dei dischi più intriganti e commoventi di Caterina Barbieri.

  • 1Minuto
  • 182Parole

Caterina Barbieri è una compositrice di Bologna che esplora temi legati all’intelligenza artificiale e alla percezione sonora con un approccio minimalista e sperimentale.

Una musicista che esplora gli effetti psicofisici della ripetizione di schemi musicali, indagando il potenziale polifonico e poliritmico di strumenti elettronici come il sequencer per disegnare geometrie complesse nel tempo e nello spazio.

Spirit Exit è la sua ultima fatica discografica nonché il primo album completamente scritto e registrato nel suo studio di casa a Milano durante il lockdown pandemico del 2020.

È stato durante questo lungo periodo di isolamento che la Barbieri ha scoperto opere di filosofe, mistiche e poetesse come Rosi Braidotti, Teresa d’Avila e Emily Dickinson che hanno ispirato questo nuovo album infondendo a ciascuna composizione una sorta di solennità sonora e spirituale.

Pubblicato l’8 luglio 2022 da Warp Records, Spirit Exit è molto probabilmente uno dei dischi più intriganti e commoventi di Caterina Barbieri. (La redazione)

CLICCA QUI E ASCOLTA

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.