Rafael Leão, il calciatore che sa anche rappare

L'attaccante portoghese non è solo un talento del calcio internazionale ma anche un grande appassionato di hip hop e R&B

Pubblicato da

L’attaccante del Milan Rafael Leão – quello che ieri, 3 settembre 2022, nel derby contro l’Inter, ha realizzato due goal e un assist decisivi per la vittoria della squadra rossonera – non è soltanto un talento del calcio internazionale ma anche un grande appassionato di hip hop e R&B.

«Mi piace molto rappare e penso che quando finirò la mia carriera di calciatore potrei fare quello, nella vita. Per ora è un passatempo e basta: faccio trap, ma parlo soprattutto della mia vita, dei sacrifici per arrivare fin qui. Ammiro tantissimo Jay-Z per tutto quello che è riuscito a ottenere nella sua carriera. E ora che siamo connessi anche grazie al Milan, magari in futuro potrò andare direttamente a bussare alla sua porta e fargli fare un po’ di money in più con le mie canzoni!»

Rafael Leão (Intervista su Rolling Stone Italia)

Una passione che lo ha addirittura portato a realizzare un disco di debutto sotto la sigla di WAV 45. Si intitola Beginning ed è uscito il 29 gennaio 2021 per BGang. Del resto, il calciatore portoghese di origine angolane ha sempre portato con sé la musica rap, perfino negli spogliatoi.

Tra i rapper preferiti di Rafael Leão vi sono – come afferma su Rolling Stone Italia – gli statunitensi “Migos, Travis Scott, 6ix9ine, Da Baby, Roddy Rich…”. Dunque, oltre a goal e prodezze calcistiche, bisognerà aspettarsi anche un suo nuovo lavoro discografico. (Joseph Bandini)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 4 Settembre 2022

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)