«Dance Devil Dance», il nuovo album della band svedese Avatar

Il 17 febbraio 2023 uscirà per Black Waltz, in collaborazione con Thirty Tigers, il nuovo album degli Avatar dal titolo «Dance Devil Dance».

  • 2Minuti
  • 285Parole

Gli Avatar sono una delle più note realtà heavy metal svedesi, attiva da oltre 10 anni e con diversi album di successo in tutto al mondo alle spalle.

Quello degli Avatar è un sound esplosivo che risveglierà l’assopito amore del pubblico europeo e americano per il rock and roll e il metal scandinavo.

Il 17 febbraio 2023 uscirà per la loro label Black Waltz, in collaborazione con Thirty Tigers, il nuovo album degli Avatar dal titolo Dance Devil Dance.

Dance Devil Dance è stato registrato nella natura svedese, lontano dal glamour dei grandi centri urbani e dagli studi di registrazione delle metropoli.

L’album ha visto il ritorno del produttore Jay Ruston, già al lavoro con gli Avatar in passato e con grandi della scena hard rock e metal come Anthrax, Mr. Bungle, Stone Sour, Amon Amarth e Uriah Heep.

La formazione è composta dal cantante Johannes Eckerström, dai chitarristi Jonas Jarlsby e Tim Öhrström, dal bassista Henrik Sandelin e dal batterista John Alfredsson.

La loro è una delle formazioni più gettonate della scena metal internazionale, con date sold out registrate ovunque, partecipazioni a i più prestigiosi festival rock e quello che è definito dagli addetti ai lavori come uno dei più originali ed eccitanti rock show in circolazione.

Gli Avatar sono una band dal forte impatto, nota per lo stile poliedrico delle composizioni capace di mettere in gioco heavy metal classico ed estremo, folk, groove e progressive e atmosfere gotiche dal tocco rock.

All’interno del nuovo album degli Avatar troverà posto anche un duetto con Lizzy Hale dei rocker americani Halestorm, per il brano Violence No Matter What, oltre al singolo Valley of Diseas pubblicato dopo l’estate appena passata. (La redazione)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.