«Miles to Go» di Carovana Tabù

Un disco dedicato e ispirato a Miles Davis

  • 2Minuti
  • 316Parole

Decisamente un lavoro importante e dedicato ai palati fini educati al jazz modale e relative rivoluzioni, le stesse che il grande Miles Davis ha sdoganato con dischi epocali come Kind of Blue o il più apolide e rivoluzionario Bitches Brew dentro cui ritrovo – a mio sentire forse poco raffinato nel merito – un richiamo maggiore.

Sono gli otto giovani musicisti che firmano il loro ensemble con il moniker di Carovana Tabù, da tempo in circolazione e non alle prime collaborazioni con un grande trombettista come Fabrizio Bosso che qui ritroviamo come presenza fissa dell’ottetto in un disco dedicato proprio a Miles dal titolo didascalico Miles to Go.

Troviamo 7 brani che restituiscono voce nuova e nuovi arrangiamenti ad altrettanti brani di Davis, forse non i più famosi, credo io, forse una tracklist scelta appunto da un gusto superiore che mi vede orfano di parole adeguate. La tracklist si completa di una triade di inediti anch’essi però ispirati alla forma visionaria dell’arte di Davis, quadri e non musiche questa volta.

Nel complesso sento la capacità equilibrata che ha il suono di farsi leggero nell’amalgama e nella coerenza che regna sovrana nel passare dalle scritture di Davis a quelle inedite. Il futuro di un suono compatto e asciutto che si manifesta preciso anche dentro i riverberi dei fiati.

E poi i dettagli per niente marginali dentro cui il tempo delle composizioni si mescola con quello della storia: non solo soluzioni di arrangiamento nuove ma anche trasposizioni nel segno del futuro, interpretazioni moderne di cose decisamente passate. Il tutto in una soluzione raffinata e credibile.

Ripeto: si fa chiara la necessità di avere un palato educato per far di conto dentro le trame di questo disco. Di certo non è un lavoro popolare aperto a tutti, di certo si abbisogna di immersione e abbandono per coglierne il lato personale. (Alessandro Riva)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.