Blue Moka con il secondo album «Enjoy»

Il nuovo disco del quartetto italiano è un letterale invito a tornare a godere di ottima musica made in Italy dopo anni complicati per il settore (e non solo).

Pubblicato da

Il quartetto italiano Blue Moka ritorna col botto con un secondo album da fare invidia ai residents dei migliori jazz club newyorkesi. Il disco si chiama Enjoy ed è un letterale invito a tornare a godere di ottima musica made in Italy dopo anni complicati per il settore.

Non ce lo facciamo ripetere due volte, o forse sì, visto che il brano di apertura si intitola Enjoy Enjoy e setta immediatamente il mood tramite un dialogo fra chitarra e sax che si ripresenterà spesso nel corso dell’album e caratterizza molta della produzione live della band.

Per i più “smanettoni” dell’Internet, il secondo brano What Happened? richiamerà il tormentone della Signora di Mondello aka Non ce n’è Coviddi, una strizzata d’occhio al lasciarsi alle spalle un periodo complicato, per godere appieno di ciò che la musica può dare.

È poi il turno di Fill The Void, brano dalle tinte minori ma portatore di energia positiva e psichedelica, che è anche stato il singolo che ha anticipato questo album, e di cui vi avevamo già parlato.

Si prosegue Teardrop, una sorprendente cover del brano dei Massive Attack che dimostra appieno il carattere della band, che lo rendono proprio. I Blue Moka fanno loro anche lo standard jazz di George Gershwin A Foggy Day, con quel tocco di giocosità e ironia tipiche delle loro produzioni.

Con l’aggiunta disoulful vibes nel brano Homeland, o le ispirazioni jazz-rock anni 70 di TouwwEnjoy rivela un’ampia tavolozza di riferimenti che sono stati interiorizzati e rielaborati in qualcosa di assolutamente unico. (Adaja Inira)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 8 Marzo 2023

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)