Recensione: Thayer Sarrano – Lift Your Eyes To The Hills (2012)

  • 1Minuto
  • 237Parole

Thayer-Sarrano.jpg
Thayer Sarrano è una giovane musicista e cantante americana che arriva da Athens, Georgia. Ed è quasi superfluo sottolineare che il suo stile è molto vicino a quello di Hope Sandoval, anche se a tratti sembrerebbe una via di mezzo tra Beth Gibbons e Cat Power. Tuttavia non c’è paragone che tenga perché Thayer Sarrano ha un’espressività e un’autenticità che la rendono unica nel panorama musicale indie contemporaneo. La conferma della sua bravura ci è data da questo secondo lavoro sulla lunga distanza che giunge a tre anni di distanza dal già sorprendente King del 2009. Lift Your Eyes To The Hills è difatti un disco che sottolinea il talento della cantautrice statunitense e che evidenzia tutto il suo background da cui riecheggiano Velvet Underground, Galaxie 500, Walkabouts, Cowboy Junkies, Slowdive ma soprattutto i Mazzy Star. Un album maturo sospeso tra malinconia e oscurità, tra pop sognante e morbida psichedelia, con canzoni che filano via lisce senza mai perdere d’intensità e tepore. (Luca D’Ambrosio)



Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento




Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.