L’Iran ha abolito la “polizia morale”

Dopo oltre due mesi di proteste e, purtroppo, numerose vittime, l’Iran ha abolito la cosiddetta “polizia morale”.

  • 1Minuto
  • 141Parole

Dopo oltre due mesi di proteste e, purtroppo, numerose vittime, l’Iran ha abolito la cosiddetta “polizia morale“.

Lo si legge sui principali organi di informazione nazionale che scrivono che il procuratore generale iraniano Mohammad Jafar Montazeri ha annunciato l’abolizione della polizia responsabile sull’osservanza delle norme di comportamento stabilite dallo Stato dell’Iran.

La polizia morale non ha niente a che fare con la magistratura, ed è stata abolita da chi l’ha creata.

Mohammad Jafar Montazeri (fonte: ANSA)

La notizia è stata data il 3 dicembre 2022 nella città santa di Qom.

A questo proposito ricordiamo che il 13 settembre 2022 la polizia morale (o religiosa che dir si voglia) provocò la morte della ventiduenne Mahsa Amini in quanto non indossava il velo (hijab) come previsto dalla legge. Dalla sua uccisione si scatenò un vero e proprio movimento di protesta contro il regime autoritario e illiberale iraniano. (La redazione)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.