«How do you find your way in the dark?» è il nuovo disco di Cleo T.

Un’opera onirica che fonde strumenti classici, voci e atmosfere cinematografiche, dove la voce soprano di Cleo dialoga con un pianoforte e un violoncello, in uno spazio ultra-riverberato.

Prodotto da Alex Somers, noto per aver lavorato con i Sigur Ros e Jonsi & Alex, How do you find your way in the dark? è il terzo disco della musicista, compositrice e cantante francese Cleo T.

In How do you find your way in the dark? l’artista francese ci trasporta nella terra dei sogni e dei ricordi, dove le parole scompaiono trasformandosi in emozioni pure. 

Il risultato è un soundwork onirico, oscuro, romantico e intimamente raffinato, con influenze tra Agnes ObelFlorence WelshBat for Lashes Chopin.

Il disco è un’opera onirica che fonde strumenti classici, voci e atmosfere cinematografiche, dove la voce soprano di Cleo dialoga con un pianoforte e un violoncello, in uno spazio ultra-riverberato.

Il titolo dell’album si riferisce ai primi versi de La Divina Commedia, e a come tutti noi potremmo vivere un momento della nostra vita in cui ci trovassimo da soli nel buio, entrando in una foresta di notte, in cerca di risposte.

Pubblicato il 3 marzo 202 da Im Traum, How do you find your way in the dark? non è un vero e proprio album cantato e neanche un album strumentale, ma un poema sonoro che ipnotizza l’ascoltatore e sussurra al suo cuore con il linguaggio delle emozioni. (La redazione)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti. Grazie.

Se ti piace questo blog e non vuoi vederlo sparire, sostienilo con una piccola donazione. Grazie di cuore.