Articolo

Il Valpolicella Film Festival 2024 omaggia Marco Polo a 700 anni dalla sua morte

L’esplorazione, il viaggio e le terre lontane saranno il tema centrale del Valpolicella Film Festival dal 22 al 25 maggio 2024.

Pubblicato da

L’esplorazione, il viaggio e le terre lontane saranno il tema centrale del Valpolicella Film Festival, che celebra quest’anno la sua terza edizione. L’evento si terrà dal 22 al 25 maggio 2024 presso Villa Albertini (Sala Becinema) a Negrar di Valpolicella.

La scelta della Valpolicella come sede del festival non è casuale: questa terra, che ha sempre avuto un dialogo aperto con il resto del mondo, è anche il luogo di origine di Emilio Salgari, lo scrittore che ha narrato di terre lontane e avventure straordinarie per tutta la sua vita. Il festival, ispirandosi a questa tradizione di apertura e scoperta, si concentra quest’anno sui giovani e sul loro modo di vivere il viaggio e l’esplorazione, promuovendo una prospettiva di viaggi futuri e scambi culturali in armonia con il pianeta Terra.

Un’importante novità di questa edizione è l’apertura del festival alle scuole, un’iniziativa che mira a coinvolgere le nuove generazioni e a educarle attraverso il cinema. Quattro saranno i momenti chiave che caratterizzeranno l’evento: le proiezioni con le scuole, l’incontro con gli scrittori del pomeriggio, il Risotto&Music Time – il momento dedicato a food e musica – e la proiezione del film che chiuderà le giornate.

Il programma dettagliato

Si aprono quindi le danze il 22 maggio, a Villa Albertini, con tre eventi fra letteratura e teatro: alle 18.30 ci sarà l’incontro con l’alpinista e scrittrice Gioia Battista autore del libro I guardiani del nanga che dialogherà con Tarcisio Bellò; alle 20.00 il momento del food con il Risotto&Music Time, alla voce Julie Prati. Infine alle 21.00 uno spettacolo teatrale con Nicola Ciaffoni del Caraboa Teatro pensato proprio sul libro di Gioia Battista dall’omonimo titolo I guardiani del nanga.

Si prosegue il 23 maggio con l’incontro con le scuole: novità di questa edizione, infatti, l’apertura di Villa Albertini alle Scuole Primarie con il Valpolicella Film Festival – Kids dalle 9 alle 12; a partire dalle ore 15 in programma le visite guidate al Museo del Cinema (su prenotazione) a San Pietro Incariano (possibili anche il 24 e il 25 maggio sempre dalle 15 alle 18). Alle 18.30 il concerto-omaggio alla figura di Messer Marco Polo: protagonista il Quintetto d’archi diretto da maestro Guandalini, con la partecipazione del soprano Chiara Passudetti e del tenore Silvano Ruffo. La serata, sempre con la pausa alle 20.00 del Risotto&Music Time con Julie Prati, si avvia alle 21.00 con la proiezione del film A passo d’Uomo di Denis Imbert. Al centro la storia di Pierre (Jean Dujardin), noto scrittore appassionato di viaggi avventurosi ma dalla vita dissoluta e dipendente dall’alcol: il racconto di una sua caduta rovinosa e del viaggio della sua vita alla riscoperta di se stesso.

La giornata del 24 maggio prevede l’ingresso a Villa Albertini questa volta delle Scuole Medie, dalle 9 alle 12, mentre alle 18.30 torna lo spazio riservato a letteratura e scrittori con l’incontro con Roberto Barbolini che presenterà il suo libro Piccola città, Bastardo posto. A seguire, come sempre dopo il Risotto&Music Time con Julie Prati alle 20, alle 21 la proiezione di Adige, via d’Acqua di Alessandro Scillitani, in sala presente il regista: un documentario alla ricerca di una via d’acqua da Bolzano al mare.

A seguire Verso la sorgente. La Sarca, dalla foce al ghiacciaio di Roberta Bonazza e Luciano Stoffella: la storia del fiume Sarca dalla foce alla sorgente principale. In sala il protagonista Danny Zampiccoli.
Nella quarta e ultima giornata del Valpolicella Film Festival, quella del 25 maggio, è prevista la Passeggiata Ecologica organizzata da Platic Free dalle 15 alle 17. Alle 18.30 l’autore Alessandro Bordini presenterà il suo libro Il giro del mondo come non l’avete mai visto.

E, dopo il classico momento di convivio del Risotto&Music Time con Julie Prati alle 20, dalle 21 inizierà la cerimonia di chiusura con la proiezione del film Oltre la Valle di Virginia Bellizzi: un delicato racconto sull’incontro, un una valle al confine tra Francia e Italia, di vite di migranti e di operatori di un centro di accoglienza. Per concludere in bellezza queste giornate di musica, film cultura e convivialità, dalle 22.30 ci sarà il LiveMusic&Food con il gruppo musicale LATO A.

Valpolicella Film Festival 2024

Il Valpolicella Film Festival si conferma così un appuntamento imperdibile per gli amanti del cinema e dell’avventura, un evento che unisce cultura, educazione e tradizione in una cornice suggestiva come quella di Villa Albertini. Un’opportunità unica per esplorare nuove prospettive e condividere esperienze, in un viaggio ideale che parte dalla Valpolicella per abbracciare il mondo intero. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 21 Maggio 2024

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)