Articolo

Liz Lawrence torna con il nuovo album «Peanuts»

Peanuts non è solo un album musicale; è una dichiarazione di protesta contro l'attuale stato dell'Inghilterra.

Pubblicato da

Il 7 giugno 2024 esce Peanuts, nuovo album della cantautrice britannica Liz Lawrence, il primo per l’etichetta Chrysalis. L’artista, già considerata una delle voci emergenti più potenti della scena indipendente e alternativa inglese, ha conquistato il pubblico dei più prestigiosi club londinesi con la sua musica.

Il singolo “No One” che anticipa l’album

Il singolo No One, tratto dal nuovo album, è un esempio ben rappresentativo dell’opera: un inno alla fallibilità umana, alla necessità di accettare i propri fallimenti e di liberarsi dalle incessanti pressioni della società moderna.

“Peanuts”, tra protesta e riconnessione

Peanuts non è solo un album musicale; è una dichiarazione di protesta contro l’attuale stato dell’Inghilterra. I temi esplorati vanno dalla perdita di spazi pubblici alla disconnessione comunitaria, fino a un disperato desiderio di riconnessione con la natura e con noi stessi. Liz Lawrence, con una voce che risuona di sincerità e passione, esprime la sua preoccupazione per il crescente isolamento sociale in un’epoca in cui la connessione è più necessaria che mai.

Il ritorno nelle West Midlands e l’impatto della Pandemia

La decisione di Liz di tornare nelle West Midlands nel 2020, dopo dieci anni trascorsi a Londra, ha profondamente influenzato la creazione di Peanuts. L’artista descrive come il cambiamento di scenario abbia alterato il suo sguardo sul mondo, portandola a riflettere sullo snobismo regionale e sulla trascuratezza delle aree al di fuori delle grandi città. La pandemia ha avuto un impatto devastante sulla sua vita, conducendola a una grave depressione, ma anche a una rinascita artistica. Peanuts è una testimonianza del suo viaggio attraverso queste difficoltà.

Il significato di “Peanuts”

Il titolo dell’album deriva da un gioco infantile conosciuto anche come “Mercy”, dove due bambini si torcono le dita fino a gridare “Peanuts” per segnare il limite del dolore. Questa metafora dell’infanzia e della sofferenza rispecchia l’ironia e l’osservazione sociale che permeano il disco, simile al precedente lavoro di Liz, The Avalanche del 2021. Con la produzione di Ali Chant, noto per il suo lavoro con artisti come Perfume Genius e Yard Act, Peanuts mescola influenze di Cate Le Bon, Primal Scream, Beck e Gorillaz, creando un suono unico e distintivo.

Breve biografia di Liz Lawrence

Liz Lawrence, polistrumentista e produttrice britannica, ha iniziato il suo percorso musicale cantando in chiesa e crescendo con la musica reggae dei genitori. Dopo aver esplorato vari progetti, tra cui il duo elettro-pop Cash+David, ha pubblicato il suo album di debutto Pity Party nel 2019. Questo le ha permesso di esibirsi accanto a nomi come Lucy Dacus e Bombay Bicycle Club. Con Whoosh! EP nel 2020 e The Avalanche nel 2021, Liz ha continuato a crescere, conquistando il pubblico di importanti festival e ottenendo sold out in tutto il Regno Unito.

L’Impatto di “Peanuts” sulla carriera di Liz Lawrence

Peanuts rappresenta un punto di svolta nella carriera di Liz Lawrence, un album che non solo esplora le sue esperienze personali e sociali, ma invita anche gli ascoltatori a riflettere e a mobilitarsi contro la perdita di connessione e di spazi comunitari. Con la sua voce sincera e i suoi testi potenti, Liz Lawrence emerge come una delle voci più rilevanti dell’attuale panorama musicale britannico. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 27 Maggio 2024

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)