Categorie
Streaming Ultime Notizie

15 anni fa, il 2 maggio 2005, nasceva Musicletter.it. Ecco la nostra playlist

Una compilation rappresentativa di questi ultimi 15 anni passati insieme, anche se sono davvero tanti i brani che abbiamo amato e che ancora oggi continuiamo ad amare.

Oggi, 2 maggio 2020, Musicletter.it compie 15 anni e per l’occasione abbiamo creato una playlist su Spotify composta da un brano “non italiano” per ogni anno passato insieme: dal 2005 al 2019.

L’abbiamo chiamata semplicemente “15 anni di Musicletter.it” e questa è la tracklist:

  1. Poor Man’s Shangri-La di Ry Cooder (da Chávez Ravine del 2005)
  2. Black Flowers degli Yo La Tengo (da I Am Not Afraid of You and I Will Beat Your Ass del 2006)
  3. Tamatant Tilay dei Tinariwen (da Aman Iman del 2007)
  4. By Torpedo or Crohn’s degli Why? (da Alopecia del 2008)
  5. Fluorescent Half Dome dei Dirty Projectors (da Bitte Orca del 2009)
  6. We Used to Wait degli Arcade Fire (da The Suburbs del 2010)
  7. In the Dark Places di PJ Harvey (da Let England Shake del 2011)
  8. The Art of Peer Pressure di Kendrick Lamar (da Good Kid, M.A.A.D City del 2012)
  9. This is a True Heart di Julia Holter (da Loud City Song del 2013)
  10. Another Life di D’Angelo (da Black Messiah del 2014)
  11. Masobélé di Mbongwana Star (da From Kinshasa del 2015)
  12. Distant Sky di Nick Cave and the Bad Seeds (da Skeleton Tree del 2016)
  13. Other Voices degli LCD Soundsystem (da American Dream del 2017)
  14. Samaritans degli Idles (da Joy as an Act of Resistance del 2018)
  15. Dublin City Sky dei Fontaines D.C. (da Dogrel del 2019)

Una compilation rappresentativa di questi ultimi 15 anni passati insieme, anche se sono davvero tanti i brani che abbiamo amato e che ancora oggi continuiamo ad amare.

Buon ascolto e, mi raccomando, continuate a supportarci. (La redazione)

Lascia un commento
Pubblicità