Ecoattivisti gettano del liquido nero oleoso su un quadro di Klimt

Continuano gli attacchi degli ecoattivisti contro le opere d’arte. Questa volta a farne le spese è stato il dipinto «Morte e vita» di Gustav Klimt.

  • 2Minuti
  • 226Parole

Continuano gli attacchi degli ecoattivisti contro le opere d’arte famose. Questa volta a farne le spese è stato il dipinto Morte e vita di Gustav Klimt esposto al Leopold Museum di Vienna.

Sul quadro, protetto dal vetro, è stato gettato del liquido oleoso nero.

L’azione di protesta, messa in atto nella giornata di ingresso gratuito al museo austriaco, è stata rivendicata dal movimento ecologista/attivista Last Generation postando un video su Twitter che riprende quanto accaduto.

Il video è stato accompagnato dal seguente messaggio:

Oggi, persone di Last Generation hanno versato un liquido nero oleoso su “Morte e vita” di Klimt al Museo Leopold. Le nuove trivellazioni di petrolio e gas sono una condanna a morte per l’umanità.

Letzte Generation Österreich (Twitter)

Sempre su Twitter il movimento austriaco di Last Generation ha scritto:

Occorrono misure immediate contro il #ClimateBreakdown. ORA. L’abbassamento del limite di velocità a 100 km/h sulle autostrade non costa nulla da implementare, fa risparmiare 460 milioni di tonnellate di CO2 all’anno nella sola #Austria e porta a meno rumore, migliore qualità dell’aria e strade più sicure. Cosa stiamo aspettando?

Letzte Generation Österreich (Twitter)

Il portavoce del museo Klaus Pokorny ha fatto sapere che i restauratori stanno verificando se il dipinto, protetto dal vetro, abbia subito danni. I due ragazzi che invece hanno commesso il gesto di protesta sono stati arrestati. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.