Mercato musicale in crisi? A salvarlo ci pensa il gaming

Tra rap, jazz, rock sono tantissimi i generi che stanno conoscendo una nuova giovinezza grazie al mondo del gioco online. Dove la musica non è semplicemente uno sfondo, ma diventa addirittura protagonista.

  • 3Minuti
  • 424Parole

I numeri del mercato musicale non sono più quelli di una volta. Un po’ per la pandemia, che ha chiuso i rubinetti di tour e concerti dal vivo, un po’ per la rivoluzione digitale, che con l’avvento di Spotify e YouTube ha letteralmente stravolto l’universo del musicista. Eppure, quel mercato così importante per la nostra economia ma, ci viene da dire, soprattutto per la nostra vita, le nostre sensazioni, la nostra arte, adesso sta attraversando un nuova giovinezza. E il merito è tutto del gaming.

Stiamo parlando, in questo caso, di un settore che è sempre più protagonista della scena finanziaria e tecnologica. Un ambiente che da sempre guarda alla musica per arrivare all’utente, stuzzicare la sua fantasia e migliorare la qualità del prodotto offerto. Sono tantissimi infatti i videogiochi musicali. Secondo la redazione di Rolling Stone tra i migliori, in questo senso, possiamo trovare Genesis Noir, avventura psichedelica ispirata a Le Cosmicomiche di Italo Calvino e che, attraverso la Nintendo Switch, fa ascoltare dell’ottimo jazz al giocatore. Oppure Brutal Legend, gioco d’avventura a tema fantasy che mette in sottofondo Black Sabbath, Judas Priest, Motley Crue e Motorhead.

E proprio il nome del gruppo metal britannico, nato a Londra nell’ormai lontano 1975, ci permette di fare un secondo ragionamento sul binomio tra musica e videogame. Perché un conto è la musica in sottofondo, l’atmosfera, lo scenario. Un altro, invece, è fare dei gruppi, degli artisti e delle loro canzoni direttamente i protagonisti. È quello capitato a Ozzy Osburne, Jimmy Hendrix, ai Guns ‘N Roses e proprio ai Motorhead, i cui nomi fanno parte del palinsesto gaming di questo sito. Veri e propri giochi da casinò ispirati agli artisti, ai loro pezzi storici, alle loro melodie, per un coinvolgimento e un’esperienza dell’utente veramente unica nel suo genere.

E proprio i Guns N’ Roses avevano testato prima degli altri l’importanza del mondo gaming per risollevare le sorti della propria arte. Era il 2008 quando la band scelse il gioco prodotto da MTV “Rock Band 2” per lanciare il primo singolo del suo nuovo album. Si trattava del brano Shackler’s Revenge, contenuto all’interno di Chinese Democracy, atteso da oltre 17 anni. Una scelta precisa, di marketing e di visibilità, che nel giro di qualche mese fu replicata anche dai Metallica che preannunciarono il loro nuovo album nel gioco Guitar Hero World Tour.

Oggi il presente parla di concerti in live streaming su Fortnite e di un binomio sempre più stretto tra musica e gioco online. Per una nuova frontiera dell’ascolto e del divertimento.

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.