Gabriele Masala con «Avevamo ragione»

Gabriele Masala pubblica un disco la cui qualità è evidente, lampante, una stella cometa della musica italiana che sale invece di cadere.

  • 2Minuti
  • 291Parole

Gabriele Masala pubblica un disco la cui qualità è evidente, lampante, una vera e propria stella cometa della musica italiana che sale invece di cadere.

Il titolo del suo nuovo lavoro è Avevamo ragione che rappresenta una nuova visione cantautorale che si concentra molto sul cantautorato, sulla poesia, sulla bellezza e non più sull’apparenza, come i tempi moderni purtroppo hanno impostato.

Avevamo ragione vanta una grossa collaborazione con Enrico Ruggeri, e su questo potremmo pure non scrivere più nulla, fermare la recensione, per farvi capire di cosa parliamo e di che livello rasenti il disco.

Avevamo ragione è un disco maturo, pieno, completo, che sa cosa vuole dire, che arriva diretta alle orecchie di chi ha vissuto e di chi ha qualcosa da ricordare.

Cantautori, poesie, suoni pop ma non troppo, suoni rock ma non troppo, un pizzico di sperimentazione e testi firmati da un maestro della musica italiana. Brano iconico dell’album è sicuramente la traccia finale, Una parola, la cui dolcezza e malinconia ti fan rivivere le good vibes di gente come Dalla e De Gregori, e scusate se è poco.

In conclusione, Avevamo ragione è un disco per chi magari ha guardato sempre con critica ciò che avvenisse nel panorama musicale e che dopo tanti anni può finalmente esclamare “avevamo ragione, la vostra musica è veramente una schifezza, al contrario della nostra, e questa è la prova”.

Gabriele Masala è un cantautore da tenere sott’occhio, la su musica ancora di più, lo attenderemo al varco quando sarà nell’olimpo della musica italiana per dire, noi lo conosciamo già.

Se avete voglia di scoprire ancora qualcosa di nuovo con influenze decisamente old school che possa farvi innamorare ancora magari non più in tenera età, Gabriele Masala e il suo disco sono la cosa migliore che potreste ascoltare oggi. (Lorenzo D’Antoni)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 3 Media: 2.7]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.