I danesi Sunbörn pubblicano il loro primo album con il nuovo nome

Da quando hanno cambiato nome, da The Kutimangoes a Sunb​ö​rn, questo è il primo album (omonimo) della band danese.

Pubblicato da

Precedentemente noto come The Kutimangoes, il gruppo strumentale danese Sunbörn ha appena pubblicato il primo album sotto il nuovo nome, l’omonimo Sunbörn, un lavoro che evoca paesaggi sonori latin, afro-beat, afro-jazz e perfino musica indiana, in due parole: world groove. 

Musica dal mondo quindi, veicolo di un messaggio di fraternità e uguaglianza, indipendentemente dal luogo di provenienza. 

Sunbörn in danese significa infatti ‘figlio del sole’, perché siamo tutti nati sotto lo stesso sole, Under The Same Sun, come suggerisce l’omonimo pezzo dal gusto caraibico.

All’insegna del virtuosismo e anche del senso di comunità, questo album si apre con Dancing In The Dusk, in cui i Sunbörn esplorano nuovi orizzonti nella strumentazione, nell’arrangiamento e nella produzione, inserendo flauti, trombone e sassofono per creare un suono più orchestrale.

È poi il tempo dell’irresistibile strumentale afro-funk Night Sweats, che, assieme a Mankind?, rende omaggio a una delle più grandi ispirazioni di Sunbörn: il grande musicista Nigeriano Fela Kuti (da cui derivava il nome precedente della band, KutiMangoes). 

È poi il turno di Metropolis, una cover del famoso brano dei Kraftwerk, tributo al classico film dello stesso nome di Fritz Lang. Anche la melodica Echoes rimanda a paesaggi cinematografici, in questo caso però ambientati sulla East Coast statunitense.

Beach Chase invece è pezzo afro-jazz realizzato con la partecipazione del chitarrista virtuoso brasiliano Caio Marcio e assieme alla pacifica Apple Blossom fornisce un perfetto sottofondo per le giornate calde a venire. 

Dalla Danimarca alla Nigeria, il Brasile, l’India, il viaggio sonoro in cui ci accompagnano i Sunbörn è fatto di diverse tappe che ci ricordano che la musica è un linguaggio universale, e che siamo tutti nati sotto lo stesso sole. (Adaja Inira)

CLICCA QUI E ASCOLTA

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 14 Aprile 2023

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)